Le ombre della vita

30 03 2008

 

Le ombre… un fenomeno quantomai consueto cui siamo abituati da sempre. Fin da piccoli abbiamo imparato a distinguere gli oggetti dalle loro ombre e dai loro aloni, abbiamo imparato a giocarci facendo figure sempre diverse e abbiamo imparato anche a temerle. Una sagoma a forma di uomo in una stanza poco illuminata, le ombre proiettate dall’esterno sulla tenda delle nostre stanze e, infine, il buio; questa è forse l’ombra che fa più paura di tutte.

Appare ovvio, dunque, il passaggio dall’esempio pratico alla metafora: le ombre rappresentano i periodi bui della nostra vita, quei periodi dove tutti sembrano ostili nei tuoi confronti, dove non vuoi o non puoi vedere niente, dove vorresti essere da un’altra parte. Sarà saltato all’occhio a molti dei miei pochi lettori che mi aiuto spesso con delle poesie per esprimere il mio pensiero, ed è quello che adesso ho intenzione di fare: citerò alcuni passaggi di un poema di Samuel Taylor Coleridge, “The Rime Of The Ancient Mariner”.

Cominciamo da questa quartina…

“The many men, so beatiful!

And they all dead did lie:

And a thousand thousand slimy things

Lived on; and so did I.”

In questa breve strofa il marinaio, solo sul suo vascello, vede nel buio della notte migliaia di creature viscose che sguazzano nell’acqua e che suscitano il suo ribrezzo e la sua paura.

Di seguito possiamo vedere un cambiamento radicale della percezione del marinaio…

 

“The moving Moon went up the sky,
And no where did abide:
Softly she was going up,
And a star or two beside—

 

Her beams bemocked the suiltry main,

Like April hoar-frost spread;

But where the ship’s huge shadow lay,

The charmed water burnt alway

A still and awful red.

 

Beyond the shadow of the ship,

I watched the water-snakes:

They moved in tracks of shining white,

And when they reared, the elfish light

Fell off in hoary flakes.

 

Within the shadow of the ship,

I watched their rich attire:

Blue glossy green, and velvet black,

They coiled and swam; and every track

Was a flash of golden fire.

 

O happy living things! no tongue

Their beauty might declare:

A spring of love gushed from my heart,

And I blessed them unaware:

Sure my kind saint took pity on me,

And I blessed them unaware.”

 

La debole luce rossastra della luna illumina il mare che circonda il marinaio e ogni paura e timore che prima lo bloccavano, sono sparite nel nulla. Le “slimy things” sono diventate “happy living things” e gli ridanno speranza e un amore rinnovato per la vita! Questa esperienza cambierà per sempre la vita del marinaio, gli conferirà esperienza e saggezza nei successivi anni della sua vita.

Penso che si possa dire che tutti noi (chi più, chi meno) abbiamo passato dei momenti bui , ma non credo che siano stati inutili, credo infatti che questi momenti siano stati quelli più intensi (e quindi vissuti) che mai potremo vivere. Personalmente ho vissuto un momento di penombra quando non ho superato un test d’ingresso universitario; devo ammettere che mi sono buttato giù non poco. Da quel momento però ho aperto i miei orizzonti e ho scoperto altre vie per costruire il mio futuro. Un altro periodo realmente buio è stato quando credevo fermamente in una persona che mi era pressochè complementare, ma che mostrava solo una parte del suo animo e che, quando meno me l’aspettavo, mi ha voltato le spalle. Da questa esperienza ho imparato ad apprezzare e a riconoscere nonostante il mio caratteraccio i veri (pochi ma buoni) amici e a riconoscere le qualità e i difetti di chi mi sta accanto e, soprattutto (incredibile, ma vero) ad apprezzare entrambe! Auguro a tutti voi che anche nei vostri momenti bui si possa levare in cielo una luna che vi faccia vedere il lato positivo di ogni esperienza fatta e che farete, anche se ammetto che quasi sempre non è tutto così facile come sembra.

 Mi rendo conto di aver scritto un flusso di coscienza quasi incomprensibile, ma se vorrete sarò a vostra disposizione per dei chiarimenti. I commenti sono aperti.

Leggi la versione completa e tradotta della “Ballata del vecchio marinaio”


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: